Qual'e' il Valore di una Buona Idea?

ITALIANI: POPOLO DI POETI, SANTI, NAVIGATORI e INVENTORI.  In quanto all'ultimo attributo, posso certificare personalmente che e' vero, infatti, si rivolgono alla nostra associazione innumerevoli persone con idee a volte improbabili ma talvolta molto interessanti. [getty src="457725489?et=-oDcULtuSIdrzcbcQuuduQ&sig=8OrAdY51dUjdGUqEUhCEbt09kbXGSpFF77BcLkgZL8Y=" width="411" height="418"]

Tuttavia un'idea, anche se geniale, non ha valore fino a quando non la si mette in atto ma non e' facile senno' avremmo molti più imprenditori, mentre invece la realtà e' che molti inventori hanno idee "nel cassetto" e pochi riescono a concretizzarle.

Quindi, cosa fare una volta che si ritiene di avere un'idea unica e brillante?

Prima di tutto bisogna capire cosa ne vogliamo fare, ovvero, vogliamo veramente perseguirla? Siamo disposti ad impegnarci per farlo? Possiamo permettercelo? Perché vogliamo attuare la nostra idea? Per diventare ricchi? Famosi?  Cosa significherebbe per noi avere successo?  Senza farsi queste domande si rischia di intraprendere un cammino che non e' quello davvero desiderato.

Attuare un'idea e' rischioso, pertanto la prima cosa da fare per evitare "brutte sorprese" e' un'indagine di mercato.

Prima di lanciarvi con la fase di sviluppo della vostra idea, e' importante scoprire se esistono altre idee simili non solo localmente ma nel mondo, poiché oggi il mercato per qualsiasi startup e' globale.   Conviene inoltre sapere al più presto CHI SONO i vostri possibili concorrenti e se la vostra idea ha gli attributi necessari per competere.  Una ricerca presso gli uffici di brevetti puo' rappresentare un buon inizio.

Inoltre, un'indagine preliminare tra amici, parenti e/o alcuni potenziali clienti vi permette di capire diverse cose fondamentali prima di procedere.  Uno degli errori che molti imprenditori "in erba" fanno, e' quello di non parlare della  loro idea con nessuno, questa assoluta riservatezza porta molti al fallimento.  Sono infatti numerosi gli inventori che, per paura di essere copiati, investono i propri risparmi nello sviluppo di un prodotto in totale segreto, per poi rendersi conto che non ha mercato.

Chiedendo un'onesta opinione a chi vi circonda vi permette di valutare se la vostra idea risolve un problema e quindi esiste una domanda - come dice Paul Graham dell'acceleratore YCombinator: “make things people want.” - Chi e' il vostro target market primario? Qual'e' il vostro Business Model?

Sviluppare un'idea costa - Badate alle vostre finanze.

Se qualcuno vi dice che creare una startup non costa quasi nulla, non credetegli. Esistono i costi di avviamento tra i quali la costituzione di una società, la protezione della proprietà intellettuale, ecc.

Inizialmente, per ottenere dei fondi da integrare al vostro investimento, cercate di partecipare a competition che promettano premi finanziari oltre che visibilita', anche il Crowdfunding e' un'altra buona opzione per alcune idee e tentare la via degli acceleratori può essere un'ulteriore alternativa.

Qualsiasi sia il modo in cui decidiate di finanziare la vostra idea per portarla sul mercato, ricordate che un cattivo monitoraggio del CASH FLOW e' uno dei principali motivi di fallimento delle giovani startup.  Pertanto, usare un buon sistema di contabilità può essere molto utile misurare l'autofinanziamento aziendale.

E adesso che siete pronti: GO DO IT!